• slider-img1

15/04/2013

Aragon SBK: Melandri conquista il podio.

Un buon terzo posto in gara 1 per Marco Melandri in un weekend difficile che lo ha visto alle prese con molti problemi di chattering e aderenza. Purtroppo anche le modifiche sulla sua moto non hanno portato ai risultati sperati in gara 2 che lo ha visto ottenere il quinto posto.  Difficile anche la gara dei nostri due Ducatisti, Checa e Badovini al rientro da due brutti infortuni e alle prese con una moto ancora giovane e da sviluppare: 7° e 8° per Checa mentre Ayrton e giunto due volte decimo. Sotto le aspettative invece Fabrizio ottavo e undicesimo. Non ha potuto correre invece Leon Camier per una brutta caduta rimediata nelle prove. A punti anche Neukirchner e Sandi. Nella classifica Mondiale Melandri è quarto e Fabrizio quinto.
Prossima gara il 28/4 ad Assen.

Ecco le  dichiarazione dei piloti
Marco Melandri, Nolan X-802R:
“Non è stato proprio un week end positivo. Alla partenza di Gara 1 non mi sentivo a mio agio con l’anteriore e ho fatto un grande errore cercando di superare gli avversari che mi precedevano alla fine del lungo rettilineo. Poi ho potuto tenere un buon ritmo e migliorare fino al secondo posto. Ho pensato di poter tenere la posizione fino alla fine delal gara ma sfortunatamente ho preso un folle tra terza e seconda, e così ho concluso in terza posizione. In Gara 2, sulla scorta dell’esperienza con il 16,5”, ho montato un pneumatico più duro all’anteriore, ma con il pneumatico da 17” il risultato non è stato quello che mi aspettavo. Ho perso grip e non riuscivo a guidare la moto. Ho tentato finché ho potuto poi, ho preferito non rischiare. La spalla non mi ha fatto male, però alla fine non avevo più forza nelle braccia e non ho voluto forzare. Ora guardo avanti alla prossima gara di Assen, dove saremo sicuramente più a posto. Vogli congratularmi con Chaz che ha guidato magnificamente!”.
Carlos Checa, X-lite X-802R:
"Ho l’impressione che qualche miglioramento per quanto riguarda la ciclistica ci sia stato, anche se nella prima manche faticavo nell’inserimento in curva della moto e non riuscivo a trovare il punto di corda. Ad un certo punto mi sono reso conto di essere stato punto da un’ape e negli ultimi giri avevo anche la spalla che ha cominciato a farmi male. Nonostante questo ho fatto di tutto per tenere il passo e sono riuscito a mantenere la mia posizione in entrambe le manche. Alla fine non e’ andata cosi’ male. Ovviamente non possiamo essere soddisfatti dei risultati ma in queste condizioni non credo che avremmo potuto fare molto di piu’. Sono soddisfatto invece del lavoro che abbiamo svolto durante il weekend, ho passato il mio feedback ai tecnici che hanno lavorato tanto  e sono certo che sapranno portarci nella direzione giusta. Guardiamo sempre avanti. Adesso abbiamo due giorni di test a Jerez molto importanti e poi andremo ad Assen dove speriamo di accorciare ulteriormente il gap."
Ayrton Badovini, X-lite X-802R:
"Non sono state gare facili per noi ma alla fine direi che abbiamo visto dei progressi. In gara 1 ho fatto di tutto per concludere la gara e prendere qualche punto , pur senza prendere particolari rischi. Nella seconda ho girato molto meglio: la moto si comportava in modo diverso rispetta alla prima manche e sono riuscito a spingere un po’ di piu’ Abbiamo fatto delle modifiche piuttosto drastiche alla moto fra le due gare e questo ha fatto la differenza. Direi che un piccolo passo avanti l’abbiamo fatto. Stiamo lavorando bene, e abbiamo chiara la direzione in cui andare. I test a Jerez saranno molto utili per me in particolare, fino ad adesso non ho passato molto tempo in sella alla mia moto e spero di poter sfruttare al meglio i due giorni in pista. Tutte le informazioni raccolte durante il weekend serviranno per continuare con il nostro lavoro sia a Jerez che in vista delle prossime gare."
Michel Fabrizio, X-lite X-802R
"In gara uno abbiamo limitato i danni e portato a casa otto punti per la mia classifica. Ho cercato di non commettere errori e di sfruttare la moto per quanto che era possibile. Rispetto alle prove siamo riusciti a migliorare la nostra RSV4, ma purtroppo non posso ancora guidare come vorrei. Nella seconda gara il caldo ha leggermente peggiorato la situazione e quindi ho cercato ancora una volta di raccogliere più punti possibile. Nulla è compromesso perché siamo solo all’inizio del campionato e parto dal Motorland Aragon con 13 punti ed il quinto posto in classifica. Certo non siamo soddisfatti e per questo cercheremo di rifarci già nel prossimo appuntamento di Assen tra due settimane"

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4