• slider-img1

29/04/2013

Assen SBK: bella vittoria di La Marra nella Superstock 1000.

La bellissima vittoria di Eddi La Marra davanti a Sylvain Barrier, Niccolò Canepa (tutti con X-802R) e il quinto posto di Jeremy Guarnoni nella Superstock 1000 mitigano l'amarezza per lo sfortunato weekend delle Superbike. Una domenica amara che non ha permesso di competere a Marco Melandri in gara 1 per la rottura della Catena nel Warm Up Lap e  di un sensore difettoso in gara due che gli ha concesso solo un ottavo posto. Non è andata meglio a Carlos Checa (due volte 10°) ed Ayrton Badovini, 13° e 11° ancora alle prese con una Panigale poco competitiva. Chiudono il bilancio del weekend, Camier al rientro dall'infortunio (9° e 7°), Michel Fabrizio (12° e 9°), Neukirchner (11° e 12°).
Prossima gara a Monza il 12/5

Ecco le dichiarazioni dei piloti
Marco Melandri
"É stato un weekend terribile e, oggi, una giornata estremamente sfortunata. In Gara 1 non sono neanche partito, mentre in Gara 2 sembra che un sensore abbia smesso di funzionare non consentendo alla moto di funzionare con le giuste strategie. Così ho dovuto rallentare per un paio di giri per capire cosa stava succedendo e qual’era il problema. Una volta capito come gestire la situazione ho ripreso il mio passo per arrivare alla fine della gara. Dobbiamo capire cosa non va e risolvere il problema, ora il mio obiettivo è di ritrovare il piacere di andare in moto, lottare per il podio e tornare a vincere le gare”.

Carlos Checa
"In realta’ pensavo di poter fare meglio oggi e di portare la moto ad un livello superiore. Nella prima manche il posteriore della moto mi ha dato qualche problema – abbiamo fatto dei cambiamenti fra le due manche e forse la mia moto si e’ comportata leggermente meglio nella seconda. Abbiamo molto lavoro davanti a noi ma questo non ci spaventa. Sono consapevole del fatto che e’ una sfida e faro’ del mio meglio per far crescere la moto gara dopo gara."
 
Ayrton Badovini
"La seconda gara e’ andata meglio perche’ nella prima soffrivo tanto. Sono stato in  Clinica Mobile tra la prima e la seconda manche e loro mi hanno aiutato tanto con una serie di trattamenti che mi hanno permesso di spingere un po’ di piu’ nella seconda manche. La moto non era male ma ci manca ancora qualcosa per essere competitivi. Non ero al 100% ovviamente e quindi sono contento di aver portato a termine le due gare perche’ dopo quello che mi e’ successo ieri pensavo che fosse ancora piu’ difficile."

Michel Fabrizio
"In gara 1 abbiamo lavorato e stravolto la moto per ottenere il feeling "Australiano". Purtroppo siamo ancora lontani dalle sensazioni che cerchiamo, anche se abbiamo comunque la percezione di alcuni miglioramenti. In gara2 è andata meglio. Le sensazioni positive sono in parte arrivate e abbiamo ottenuto un piazzamento decisamente migliore entrando nei 10. E' chiaro che questo non ci basta perché non è il nostro obiettivo. Monza e la pista giusta per la nostra Aprilia RSV4, cercheremo il riscatto."

Leon Camier
"Sono molto contento considerando come sono andate le cose in questo weekend.  In gara 1, rischiando,  abbiamo cambiato in maniera radicale il set up  del warm up, e poi abbiamo cambiato ulteriormente per gara 2, questa volta ottenendo un feeling uno po' più vicino alle mie esigenze. Mi sentivo di poter tenere il passo dei primi ed ho fatto alcuni bei sorpassi in gara due dove ho  battagliato con Jules. Sono frustrato perché abbiamo perso un po' di tempo e alla fine ho dovuto gareggiare praticamente contro me stesso. Se fossi stato con i primi avrei potuto fare un buon risultato. Sono nel complesso soddisfatto anche se alla fine delle due gare la mia gamba e il corpo erano provati. Sono contento di aver finito entrambe le gare."

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4