• slider-img1

27/05/2013

Donington SBK: secondo posto per Melandri in gara 1.

Ottimo secondo posto di Marco Melandri in gara 1 e quinto in gara due in un weekend difficile per i nostri piloti. Marco che partiva dalla sesta posizione ha dovuto lottare in entrambe le gare per rimontare le difficili partenze, e in gara due avrebbe potuto salire sul podio se non avesse fatto un dritto all'ultimo giro. Checa, dodicesimo in gara 1 è stato costretto a non partecipare a gara due a causa dei dolori alla spalla infortunata. Badovini undicesimo in gara 1 è caduto in gara 2. Buon esordio di Canepa che come Wild Card con la Ducati Ufficiale si è classificato 13° e 8°. Fabrizio due volte decimo mentre Camier è caduto in gara 1 e tredicesimo in gara 2.
In campionato Melandri è quarto a 46 punti dalla vetta.
Prossima gara il 9/6 a Portimao.

Marco Melandri, Nolan X-802R
"È stato un weekend abbastanza altalenante. Gara 1 é stata bella, ma non facile. Ho fatto una partenza abbastanza buona, poi ho iniziato a spingere forte per recuperare più posizioni possibili. Superare Johnny e Sylvain é stato difficile e c’è voluto tempo. Quando poi sono arrivato in seconda posizione, Tom era troppo lontano e non avevo abbastanza tempo per raggiungerlo. Sono contento del risultato.  In Gara 2 non sono partito benissimo, a poco a poco sono tornato sui primi poi, quando ho raggiunto Laverty, ho cominciato a fare fatica a guidare. All’ultimo giro ho provato a superarlo alla variante ma, in ingresso, non sono riuscito a frenare e, per non cadere, sono andato lungo. È stato un peccato, speravo di raccogliere qualche punto in più. Ora dobbiamo lavorare, approfitteremo dei test in programma nei prossimi giorni, per provare alcune nuove soluzioni."

Carlos Checa, X-lite X-802R
"Visto com’e’ andata la prima manche, ed il dolore che ho avuto, abbiamo deciso insieme al team che era meglio non forzare per fare la seconda manche. A dire la verita’ mi aspettavo di peggio qui, una delle piste piu’ fisiche del calendario, ma detto questo ho bisogno di tempo per recuparare la forza, soprattuto nei cambi di direzione e nelle curve a sinistra, dove e’ importante avere due braccia al 100%. Ovviamente non e’ un’infortunio che mi limita nella vita normale, ma in moto a 300/ora sento molto dolore. Adesso abbiamo due settimane in cui continuero’ con gli stessi trattamenti in preparazione per Portimao dove spero di essere piu’ forte. Dal prossimo round vorrei essere in grado di focalizzarmi sul tema sportivo piuttosto che sul tema della salute."
 
Ayrton Badovini, X-lite X-802R
"Nella prima manche ho perso troppo terreno nei primi giri, dopodiche’ c’era troppo gap per poter raggiungere quelli subito davanti a me. Ho fatto un bel passo avanti fra la prima e la seconda manche, avevo un passo di gara uguale a quello del gruppo davanti a me, ma purtroppo ho perso l’anteriore nell’ ingresso della curva n.2. Fortunamente non mi sono fatto male ma e’ stato un peccato perche’ mi sentivo bene sulla moto. Adesso vogliamo continuare a lavorare per capire bene cosa funziona e cosa funziona meno, per fare meno errori durante il weekend ed essere piu’ veloci nelle prossime gare."
 
Niccolò Canepa, Nolan  X-802R
"Per essere la mia prima gara direi che ne usciamo con un bilancio abbastanza positivo. Abbiamo fatto un buon lavoro e se avessimo avuto piu’ tempo per provare venerdi’ probabilmente il risultato sarebbe stato ancora migliore. Non siamo cosi’ lontani, con piu’ tempo per adattare la moto al mio stile di guida su questa pista, sarei andato meglio. Mi dispiace per l’errore nella prima manche, ma queste sono le corse alla fine. Ringrazio Francis Batta, Ernesto Marinelli e tutta la squadra per avermi dato l’opportunita’ di correre qui a Donington e ringrazio anche i ragazzi del team di sviluppo per il loro ottimo lavoro in questo weekend."

MIchel Fabrizio, X-lite X-802R
"Nelle due gare di oggi ci siamo concentrati soprattutto a sistemare l'avantreno che da Assen non è stato più quello che a me piaceva. Siamo riusciti a trovarlo e ora ripartiamo da qui. Paradossalmente abbiamo lavorato così tanto sul davanti che quasi in gara due non avevamo grip nel posteriore. Ora non ci resta che trovare il giusto bilanciamento, cosa assolutamente nelle nostre possibilità già da Portimao."

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4