• slider-img1

01/07/2013

Imola SBK: due importanti quarti posti di Melandri.

Pur non riuscendo a salire sul podio, Marco Melandri ha conquistato due ottimi quarti posti riuscendo a limitare i danni su un circuito ostico per la sua BMW. Un bottino che gli consente di recuperare terreno su alcuni avversari che lo precedono in classifica e di guardare fiducioso alle prossime gare. Si aspettavano sicuramente qualche cosa di più i nostri piloti della Ducati, Carlos Checa solo 11° e 12°(qui vincitore 5 volte) e Ayrton Badovini  8° e10°. Ottimo risultato di Michel Fabrizio 5° in gara 1 e 8° in gara 2 mentre Leon Camier è giunto 8° e 7°.
Da segnalare la bella vittoria di Barrier su Canepa nella Superstock 1000.
In campionato Melandri è sempre quarto. Prossima gara il 21/7 a Mosca.
Ecco le dichiarazioni dei piloti

Marco Melandri Nolan X-802R:
“Su questa pista purtroppo la nostra moto soffre. Non credo avessimo la possibilità di vincere, per cui questo risultato è il migliore possibile. Gara 1 é stata molto dura, faticavo molto a curvare con il gas e, purtroppo, non sono riuscito a fare di più. Nelle gare precedenti avevo difficoltà con le gomme nuove invece, qui a Imola, abbiamo avuto maggiori difficoltà con le gomme usate. La guida mi ha impegnato molto dal punto di vista fisico, infatti, alla fine della gara ero davvero stanco. In Gara 2 abbiamo cercato di risolvere con delle modifiche alla sospensione anteriore, ma la situazione non è migliorata. La moto è rimasta nervosa, più forzavo e più la moto si muoveva. Nell’ultima parte della gara Chaz mi ha passato e ho faticato molto per riprenderlo, se non avesse fatto un errore probabilmente non ci sarei riuscito. Il lato positivo è che, visto il risultato, ho accorciato la distanza dai piloti Aprilia”.

Carlos Checa X-lite X-802R:
"Questo weekend e’ stato duro, onestamente mi aspettavo di fare un passo avanti qui a Imola pero’ purtroppo non e’ andata come avevo previsto. Abbiamo fatto diversi cambiamenti durante il weekend ma non ci hanno portato i risultati sperati. Ho avuto problemi di grip al posteriore in entrambe le manche ed incontravo alcune difficoltà nei cambi di direzione. Sono deluso e mi dispiace per il team che ha lavorato molto anche in questo weekend. Ci sara’ da lavorare molto nei test dei prossimi giorni per capire come riuscire a migliorare."
 
Ayrton Badovini X-lite X-802R:
"Fino a ieri siamo andati molto bene, ma oggi le temperature si sono alzate e quindi c’era carenza di grip e meno trazione. La prima manche non è stata male, ma purtroppo ho perso troppo tempo all’inizio. Abbiamo fatto dei piccoli cambiamenti per la seconda gara ma l’asfalto era piu’ caldo e di conseguenza e’ diventato tutto piu’ difficile. Non sono per niente contento dei risultati delle due gare perche’ pensavo di poter fare meglio oggi, ma in generale posso dire di aver fatto un piccolo passo avanti con la moto in questo weekend. Voglio ringraziare tutti I tifosi che sono venuti qui a sostenerci.  Continueremo col nostro lavoro durante i test dei prossimi giorni…"

Michel Fabrizio X-lite X-802R:
"Mi serviva la partenza di gara2 in gara1 e la moto di gara1 in gara2 ma purtroppo la temperatura troppo alta del circuito ci ha dato problemi di grip posteriore e anteriore. In una occasione ho toccato anche col gomito e ho spinto su la moto per rialzarla... ho giocato un bel Jolly. Quando ho visto che ero messo così male, ho preferito difendere l'8a posizione e portare a casa punti. Non siamo messi bene per essere competitivi tutte le gare e questo mi dispiace perché potremmo avere le carte in regola per farlo ogni volta. In gara 1 sono partito indietro e sono arrivato comunque vicino al podio... avrei replicato in gara 2 ma non sono stato incisivo come in gara1. Peccato."

Leon Camier X-lite X-802R:
"Per una qualche ragione oggi la gomma si muoveva sul cerchio e non c'era nulla che io potessi fare se non spingere forte e cercare di adattare il mio stile di guida al chattering. In alcune sezioni del circuito dove non avevo chattering ero veramente veloce e pensavo che avrei potuto prendere gli avversari che erano davanti a me e lottare per il podio ma, in altri punt, dove soffrivo del problema, non c'era null'altro da fare se non limitare il danno. La nota positiva è che abbiamo lavorato bene nel weekend e senza questi problemi saremmo stati veramente forti. Dobbiamo migliorare l'elettronica, lavoriamo bene con quello che abbiamo ma dobbiamo trovare qualche strategia migliore che mi aiuti a scaricare a terra più potenza."

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4