• slider-img1

04/05/2015

Jerez Moto3: Kent vince la terza gara consecutiva.

Dopo Austin e Termas de Rio Hondo, Danny Kent vince ancora e si porta a +31 in campionato. Una impresa che mancava per un pilota britannico dal 1977. Un gara condotta a stretto contatto con gli altri 3 avversari e concretizzatasi all'ultima curva. Stratosferico.
Sfortunato invece Bastianini che ha concluso al nono posto per un problema al cambio.
In motoGP buona prova di Danilo Petrucci giunto 12°
Prossima gara a Le Mans il 17 Maggio.

Danny Kent: X-lite X-802R
"Questa gara è stata molto più difficile rispetto alle altre dove ero riuscito a scappare. E' stato bello battagliare con le KTM e con Fabio ma, è stato impossibile staccarli, così ho deciso di rimanere con loro e vedere chi alla fine avrebbe prevalso. In gare simili bisogna essere intelligenti e rimanere calmi ma, ogg,i tutto ha funzionato alla perfezione. Ad ogni modo all'ultimo giro ero pronto alla battaglia e mi sentivo forte, le gomme erano a posto e anche la moto funzionava a meraviglia. Penso che l'errore di Fabio all'ultima curva sia stato un pò da "rookie", ha cercato di forzare un pò troppo ma fortunatamente non siamo caduti e sono riuscito a vincere. E' un sogno iniziare la stagione vincendo tre gare su quattro ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra e continuare a lavorare duramente."

Enea Bastianini: Nolan X-802R
“Oggi purtroppo non è stato possibile essere veloci in gara: la moto vibrava molto e negli ultimi giri sono aumentati i problemi al cambio che ho avuto sin dall’inizio: faticavo a scalare le marce e a volte il cambio entrava in folle, di conseguenza spesso arrivavo lungo in staccata. Nel finale ho limitato i danni, ma non sono contento di questo piazzamento: vorrei capire cosa c’è che non va per tornare a lottare per le posizioni che crediamo di meritare”.

Danilo Petrucci X-lite X-802R
Ho iniziato molto bene. Nei primi giri sono stato anche il migliore delle Ducati e questa è una bella soddisfazione soprattutto perchè stavo tenendo un buon passo. Quando mi ha passato Iannone, però, non sono stato bravo a stargli dietro. Poi con Yonny abbiamo ingaggiato una bella lotta che però ha fatto avvicinare Vinales che non sono riuscito a tenere nell'ultimo giro. Ma va bene così anche perchè su questo circuito non mi trovo molto a mio agio. Ci sono molti stop and go e a me piacciono tracciati più fluidi e veloci. E' stata dura ma è tanta esperienza che metto in saccoccia. Sono qui per lavorare e per imparare e stando con i “pesci grossi” sto imparando molto. Alla fine sono contento di questo week end: ci siamo messi in mostra in qualifica e anche se in gara potevo contenere un po' di più non importa: va bene così. Proverò a fare meglio a Le Mans.

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4