12/09/2016

MOTOGP MISANO: GARA DI CASA FESTOSA MA CON UN PENSIERO AL TERREMOTO

Il week end di casa di Misano è filato tutto sommato liscio per i rider Nolan Group, che si sono messi in mostra come al solito, lottando centimetro per centimetro su una delle piste più belle del mondo.

Secondo posto importantissimo per Enea Bastianini, a ridosso del vincitore dopo una gara entusiasmante, e quinta posizione per Jakub Kornfeil, protagonista anche lui per tutta la gara.

In moto 2, 7° posto per Hafizh Syahrin con il talento Malese è sempre molto vicino ai migliori...

Appena fuori dalla top ten nonostante una grande gara Danilo Petrucci, che però vince il GP della solidarietà. Il suo pensiero per la sua terra tormentata dal terremoto, dipinto sul suo X-802 RR, dimostra che anche nel bel mezzo di una "battaglia" c'è spazio per la solidarietà. 

Il casco sarà messo all'asta e il ricavato andrà in beneficienza.

Scoprite di più sull'iniziativa di Danilo Petrucci e Nolan Group!


MotoGP

Danilo Petrucci 11°

"Ho faticato più di quanto mi aspettassi. In gara abbiamo un po’ migliorato ma non abbastanza. Avrei voluto fare meglio qui nel gran premio di casa e questo mi dispiace. Le gomme? Ieri Jorge Lorenzo ha fatto il record del circuito e oggi quelli davanti sono andati forte quindi evidentemente siamo stati noi a non capire come utilizzarle al meglio. Ho preso qualche punto e questo è un aspetto positivo. Vorrei ringraziare tutto il team per come stanno lavorando. E’ bello stare con loro."


Moto2

Hafizh Syahrin 7°

"Mi sono guadagnatO questa corsa con il passo gara. Ero precipitato in 16ma posizione e allora ho deciso di provare il tutto per tutto e ho iniziato a fare buoni tempi quando le gomme hanno iniziato a darmi problemi e allora mi sono spostato sull'ammortizzatore posteriore per avere più grip. Alla fine è andata bene così... cercherò di dare il meglio nelle prossime occasioni."


Moto3

Enea Bastianini 2°

“Binder ha tenuto un ottimo passo per tutta la gara, oggi ha veramente fatto la differenza. Mentre lo seguivo da vicino poteva sembrare che non stessi facendo fatica, ma solo perché nel lungo rettilineo di ritorno mi rialzavo un po’ per non superarlo e non spezzare il ritmo: così facendo siamo riusciti ad allungare su tutti gli altri. In seguito, nel finale della gara, ho provato ad andare al comando, però poi lui è stato bravo a ripassare all’ultimo giro, andando a vincere la gara. Peccato soltanto per l’attacco finale: mi sentivo abbastanza forte all’ultima curva e dopo il suo sorpasso, che mi aspettavo, pensavo già a contrattaccare in quel punto. Brad però è stato bravo a chiudere la traiettoria e non è stato possibile passare. Ora sono secondo nel mondiale: Binder è lontanissimo, per cui l’obiettivo sarà mantenere la seconda posizione, ma finché la matematica ci tiene in gioco proveremo comunque sempre ad attaccare, fino alla fine!”.


Jakub Kornfeil 5°

“Oggi ho affrontato la gara con una mentalità vincente. Era davvero mia intenzione lottare per il podio. Purtroppo il modo in cui è andata la gara lo ha reso via via più difficile. Durante la gara c'è sempre un momento in cui quelli davanti vanno via e io ho perso l'occasione. In quel momento ero quarto, lottavo con Locatelli e mi ha passato. E' stato questo il momento più importante della corsa ed è per questo che non siamo saliti sul podio oggi.

Communque oggi mi è piaciuto molto. Ho fatto dei bei duelli e la moto ha funzionato bene e quindi sono contento. Abbiamo solo bisogno di rimanere dove siamo e di continuare a lavorare duro. Ringrazio il team e tutti quelli che sono venuti qui a sostenermi”.







  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4