• slider-img1

13/07/2015

Sachesenring Moto3. Kent domina, Bastianini terzo.

In Moto3 nuova vittoria al Sachsenring del dominatore del campionato Danny Kent. Già dal prove si era capito che anche su questa difficile pista non ci sarebbero stati avversari per il nostro portacolori. E così è stato. Ottima prova di Bastianini che finalmente riesce a vincere la volata anche se purtroppo è quella per il terzo posto che, comunque, serve a consolidare il secondo in classifica generale. Ottima prova anche per Andrea Locatelli che finalmente entra nella top ten al nono posto.
In MotoGp ottima rimonta per Danilo Petrucci che conquista un più che soddisfacente nono posto.

Prossima gara il 9 agosto a Indianapolis.

DANNY KENT: X-LITE X-802R
“Sono molto contento di questa vittoria perchè questa pista è veramente difficile. Con tutte queste curve e ovviamente i 27 giri di gara, non era così facile rimanere concentrati sino al traguardo, specialmente guidando in solitaria davanti. Ma alla fine ce l’ho fatta e ho guadagnato ancora qualche punto in campionato. Dopo tutte le prove sia libere che di qualifica andate molto bene, la partenza non è stata così performante come mi aspettavo.Sono partito malino e ho perso qualche posizione, poi ho fatto un po’ fatica con gli pneumatici e ho preso una brutta imbarcata alla curva 12. Ad ogni modo da questo momento tutto è iniziato a girare per il verso giusto e ho potuto attuare la mia strategia di gara come l’avevo pianificata. Visto le prove come erano andate, sapevamo che avremmo potuto fare una gran gara. Sono contento di come è andata la prima parte della stagione, di essere stati così consistenti e performanti, così ora possiamo prenderci qualche settimana di relax con un buon vantaggio in campionato. Un grande grazie a tutto il mio Team e allo Staff per l’eccellente lavoro svolto ogni volta.”

ENEA BASTIANINI: NOLAN X-802R
“Questo terzo posto è molto importante per il campionato e mi dà tanta carica, perché sono riuscito a vincere la volata per il podio sul traguardo: finora siamo sempre stati un po’ sfortunati nelle volate, ma questa volta sono riuscito ad uscire più forte dall’ultima curva rispetto a Fenati ed è stata una bella soddisfazione batterlo. È stata una gara molto difficile, ma se ci fosse stata meno bagarre con Hanika probabilmente avrei potuto provare a stare con Vazquez per giocarmi il secondo posto: quando Efren era ancora abbastanza vicino mi sono portato al comando del gruppetto e ho provato a tirare, ma le gomme erano già consumate e non è stato possibile prendere del margine sugli altri piloti, complici anche le scie nella lunga discesa. Con questa gara abbiamo passato metà campionato ed è molto bello essere ancora in seconda posizione in classifica: il mio obiettivo alla vigilia di questa stagione era quello di provare a stare nei primi tre e ci sto riuscendo”.

ANDREA LOCATELLI: X-LITE X-802R
“Sono contento perché siamo rientrati nella top ten, raccogliendo un piazzamento di quelli che riteniamo sin da inizio stagione alla nostra portata. Nella prima parte della corsa ho avuto un po’ di difficoltà a tenere un ritmo costante, la moto si muoveva un po’ al posteriore, perdevo terreno soprattutto nel T2 ed ero costretto a recuperare nel resto del tracciato. In seguito ho spinto forte per ricucire il gap dal primo gruppetto di piloti e nel finale non è stato facile continuare ad essere costanti, è stata una gara lunga ed ero un po’ affaticato. Abbiamo comunque finito la gara molto vicini al podio perciò sono soddisfatto: abbiamo lavorato bene durante tutto il weekend e i miei tecnici sono stati in grado di darmi subito una moto come piace a me. Continuiamo a lavorare così, queste sono le prestazioni che vogliamo mettere in mostra”.

DANILO PETRUCCI: X-LITE X-802R
“Una Top 10 presa con i denti. Sapevo che il risultato della qualifica era immeritato visto che non siamo mai riusciti a sfruttare la gomma morbida. Ma sapevo anche che in gara saremmo stati tutti nelle stesse condizioni. Sono stato lucido a non strafare nei primi giri. Poi il feeling è aumentato e sentivo di essere molto efficace alla prima frenata. A quel punto mi sono preso dei rischi spingendo al massimo. Voglio dedicare questo risultato alla squadra. Ha fatto un grande lavoro anche questa mattina nel warm up e la strategia di gara si è dimostrata perfetta. Mi trovo davvero bene con i ragazzi. C'è una grande intesa e questo mi rende molto felice.

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4