• slider-img1

22/10/2012

Sepang MotoGP: Lorenzo 2°, Stoner 3°.

Nel diluvio universale di Sepang i nostri due piloti sono riusciti a uscire indenni centrando un podio molto importante per Lorenzo per il campionato e per il morale per Casey, in vista del prossimo gran premio di casa. Un plauso ai loro performanti X-802 che hanno retto benissimo alle insidie della pioggia. La gara ha seguito il copione delle ultime con il nostro Lorenzo che partito dalla Pole ha tentato di staccare il rivale Pedrosa senza però riuscirci. Ha dovuto poi subire l'attacco e il sorpasso senza poter replicare e nella pioggia torrenziale si è accontentato di mantenere la seconda posizione sino a quando, la direzione gara, saggiamente, ha deciso di interrompere la gara. Bene anche Casey, terzo al traguardo, ancora non perfettamente ristabilito dall'infortunio alla caviglia ma in costante ripresa.
In campionato Lorenzo è sempre primo mentre Stoner è terzo.
Prossima gara a Phillip Island il 28 Ottobre.

Le dichiarazioni dei Piloti (fonte Bikeracing.it)

JORGE LORENZO X-lite X-802
"Se guidassimo  a 20 km allora sarebbe facile rimanere in sella, ma è molto difficile trovare il limite in queste condizioni. Hanno preso la decisione giusta nel fermare la gara, per noi è stata la migliore, in caso contrario avremmo potuto finire per terra. Abbiamo utilizzato un posteriore soffice mentre Dani e Casey hanno usato la dura. Quando le condizioni della pista erano ancora buone, loro hanno consumato meno la parte centrale del pneumatico, così quando sono peggiorate, hanno avuto un vantaggio."

CASEY STONER Nolan X-802
"Con queste condizioni avrei firmato per il podio. Prima della gara stavo prendendo in considerazione l’idea di non correre: i rischi erano troppo alti, una caduta ed un’eventuale nuova botta alla caviglia avrebbero seriamente compromesso le ultime due gare della mia carriera. Alla fine però sono riuscito a disputare una buona gara, giro dopo giro ho trovato il feeling modificando le mappature della centralina per gestir meglio la moto, considerato che era da tanto tempo che non correvo sul bagnato. Poco prima dell’esposizione della bandiera rossa ero arrivato ad un soffio da Lorenzo, ma va bene così per oggi: il terzo posto è un buon risultato, adesso penso già a Phillip Island con ben altri obiettivi in testa…”

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4