• slider-img1

14/05/2012

Donington SBK: Melandri e Nolan X-802 regalano il primo storico successo a BMW.

Un weekend di gioie e dolori in cui sicuramente non sono mancate le emozioni. Gioia per la prima storica vittoria regalata da MELANDRI a BMW in gara 1, ricca di sorpassi e staccate all'ultimo metro. Dolori per gara 2 che ha visto la caduta di Checa (X-lite X-802) alla prima curva e di Marco all'ultima.
Poteva essere la giornata perfetta per il campionato ma così non è stato. Queste sono le gare. Godiamoci comunque questa vittoria e guardiamo alla prossima gara che sarà al Miller Motorsport il 28/5.

Gli altri risultati di rilievo sono un sesto posto di Checa in gara 1, Camier quarto in gara 2, Badovini sesto e un decimo posto di Fabrizio in gara 1.
Adesso Checa in campionato è quarto mentre Melandri è quinto.

Marco Melandri:
“Scrivere il mio nome nella storia BMW è qualcosa di incredibile. Raggiungere la prima vittoria per un’azienda così importante è sempre difficile, ma non abbiamo mai smesso di crederci. E’ una vittoria per tutti i ragazzi di BMW Motorrad in Germania, per la squadra, per le persone ed i tifosi che mi hanno sempre supportato. Ci abbiamo sempre creduto, non potrei esser più felice di così. Oggi sono stato calmo, concentrato, sapevo che potevamo farcela e al momento giusto ho spinto al massimo. Una vittoria davvero fantastica. Per gara due sono deluso, ma allo stesso tempo dispiaciuto perchè era un risultato alla nostra portata. Ho provato a passare Leon, sono arrivato largo all’ultima curva, poi lì è caduto e mi ha colpito dopo il contatto con Rea. Mi dispiace sia per Leon e per me, ma queste sono le corse. Ora dobbiamo tenere la testa alta e guardare avanti a Salt Lake City dove speriamo di poter lottare per la vittoria di nuovo ".”

Carlos Checa:
“Dopo il risultato di gara 1, che non era male, pensavo che sarebbe stato possible fare di piu’ nella seconda. Ho provato a cominciare forte ed ho trovato uno spiraglio nel gruppo, ma quando sono arrivato all’apice ho visto Laverty davanti a me che ha frenato improvvisamente, forse per evitare qualche pilota davanti a lui. Ho fatto di tutto per frenare forte, per fermare la moto, ma c’erano piloti dietro di me ed ai lati e non ho potuto fare niente per evitare la caduta. Ho un po’ di dolore alla gamba, che e’ un po’ gonfia, ma sto bene. Ho bisogno di un po’ di tempo per recuperare mentalmente, e poi mi preparerò per Miller”.”

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4