03/08/2020

LA SUPERBIKE A JEREZ PER TRE GARE AL TOP!

Anche il Mondiale Superbike ha fatto tappa a Jerez per il round di riavvio di un mondiale che caldissimo in tutti i sensi.

La battaglia per il titolo è aperta e i nostri sono arrivati in Spagna carichi come non mai.

Fra i nostri alfieri, Chaz Davies, tornato competitivo come ci si attende da lui, Federico Caricasulo, che fa il suo debutto in Superbike quest'anno, e Marco Melandri, ritiratosi a fine stagione ma sorprendentemente di ritorno sulla Ducati del Team Barni. Per Marchino, come lo chiamiamo noi in azienda dato che è con Nolan da sempre, gli anni non passano mai ed è stata una piacevole sorpresa rivederlo lottare con i migliori.

E voi? Sappiamo che avete lottato contro il lockdown e adesso avete ritrovato la libertà. Se durante i vostri viaggi state lottando contro il caldo, vi consigliamo i nostri caschi apribili, perfetti per il mototurismo e per macinare tanti km.

Il prossimo appuntamento? 

E' proprio per questa settimana a Portimao.

Il vento dell'Oceano ha sempre il suo fascino!

Perché non sentirlo alzando una delle nostre visiere? 


SUPERBIKE:

CHAZ DAVIES, GARA1: 4°

"Purtroppo la partenza non è stata delle migliori ed ha compromesso la possibilità di lottare per il podio fin dai primi giri. Durante la gara, però, il passo è stato buono e mi ha permesso di recuperare molte posizioni. Soddisfatto? Lo sarei se avessi alzato un trofeo. Dobbiamo lavorare domattina per cercare di sistemare dei piccoli dettagli che mi consentano di essere più incisivo."


CHAZ DAVIES, GARA2: 2°

"Sono molto felice di essere tornato sul podio. Il mio obiettivo era di lottare per le prime tre posizioni in tutte le gare ma sfortunatamente non sono riuscito a farlo. Penso che la partenza sia stato un fattore fondamentale per riuscire a conquistare questo risultato. Ringrazio il mio team per il grande lavoro che ha fatto sulla moto fin da venerdì mattina. Adesso andiamo a Portimao con grande entusiasmo e convinzione."


MARCO MELANDRI, GARA1: 8°

"È stato un'ottimo ritorno. Purtroppo le qualifiche sono andate molto male, al mattino ho faticato tanto e non riuscivo a guidare, ma in gara ho fatto una buona partenza. Poi alla curva sei sono arrivato un po' lungo e ho bloccato il posteriore, quando sono rientrato in traiettoria arrivavano altri piloti e mi sono trovato praticamente ultimo. Ho cercato di stare calmo e di prendere il mio passo: mi sono sentito bene in sella e la moto mi dava buone sensazioni. Domani serve una buona partenza perché il passo, secondo me, non è lontano dal gruppo davanti. Sicuramente il podio, al momento, è inavvicinabile però se riusciamo a partire bene tutto è possibile."


MARCO MELANDRI, GARA2: 9°

"Le due gare sono andate bene e, a dire la verità, sono molto contento. Nella Superpole Race credevo di poter finire più avanti, partire nei primi nove avrebbe cambiato la gara del pomeriggio, ma non dobbiamo scordare che per noi è stato un weekend di test. Nella Superpole Race abbiamo provato una soluzione che non ha funzionato e poi - a metà gara -  mi ha punto una vespa sul petto, a quel punto ho perso la concentrazione. Oggi pomeriggio invece è andata bene: sono stato veloce in partenza ma c'era molto filler all'esterno della prima curva e non ho guadagnato tante posizioni; faccio ancora un po' di fatica nei sorpassi e nelle curve veloci, ma credo che iniziamo a capire la strada da prendere per adattare la moto. Sono felice e motivato perché nonostante abbia fatto molta fatica non sono così lontano dal gruppo dei primi. Ho fatto tutta la gara vicino a Bautista e Rea è arrivato sei secondi davanti a me in gara 2, per uno che fino a due settimane fa andava solo in bicicletta, non è male."


FEDERICO CARICASULO, GARA 2: 16° 

"Siamo andati forte nel warm-up, con temperature più basse, ma con il gran caldo sia della Superpole Race che di gara 2 non siamo mai stati abbastanza veloci. Non sono semplicemente riuscito a trovare il giusto feeling con la moto con temperature così elevate. Il fatto di essere caduto nei primi giri di gara 1 ieri e di non aver potuto raccogliere dati importanti, ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale nell’andamento della giornata di oggi, ma almeno domenica ho corso tutti i giri, portando a casa informazioni utili per il futuro. Ora dobbiamo capire quale sia stato il problema e andare a Portimão, dove avremo un'altra opportunità."


  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4