21/09/2020

MOTOGP, MISANO BIS: WEEKEND DIFFICILE PER I RIDERS NOLANGROUP


La seconda di Misano è stata spettacolare e senza incidenti, e questo ci è piaciuto.

Un po' meno ci sono piaciuti i risultati dei nostri rider, sfortunati a fine gara ma sempre protagonisti per l'impegno produso, giro dopo giro, sin dal  venerdì.

In top ten Danilo Petrucci, dodicesimo Alex Rins, ancora in ripresa dal suo infortunio.

Qualche difficoltà anche in Moto2 per Aron Canet, ma il debuttante migliora gara dopo gara e fa ben sperare.

Superato il tour de force italiano, si va in Spagna al Montmelo, con la speranza per i nostri di far meglio.

Invece parlando della vostra ripresa, come va? 

Ricominciata la scuola e il lavoro? Ci andate in moto con il vostro Nolan o X-Lite? 

Venite a raccontarcelo sui nostri canali social, sapete che è un piacere per noi.


MOTOGP:

DANILO PETRUCCI: 10°

"E’ stata un’altra gara piuttosto difficile. Fin da subito non ho trovato lo stesso feeling che avevo nelle prove. Sono partito bene, ma non avevo fiducia sull’anteriore e non riuscivo a fermare la moto. Peccato perché sentivo di poter fare una bella gara oggi. Sono contento dei passi avanti che siamo riusciti a fare rispetto alle gare precedenti, ma è chiaro che ancora ci manca qualcosa. Fortunatamente, la prossima settimana torneremo subito in pista a Barcellona, dove cercheremo di riscattarci."


ALEX RINS 12°

"Oggi è stato molto difficile per noi, stavo faticando a fermare la moto e anche a mantenere la velocità in entrata di curva. L'ho sentito molto di più in gara che durante le prove o le qualifiche. Abbiamo qualche giorno prima di tornare in pista in Catalogna, quindi proveremo a trovare la soluzione. Sono motivato a trovare il problema, e anche ad andare su una nuova pista, soprattutto una che mi piace molto dove ho avuto buoni risultati in passato."


MOTO2:

ARON CANET 13°

"Alla prima partenza ero forte, ma ho commesso un errore e ho premuto il limitatore di velocità al posto del launch control. Ho perso dieci posizioni e ho provato a tornare indietro, ma quando ero settimo, hanno fermato la gara. Ero in una gomma morbida e la maggior parte dei miei avversari era sulla dura, ma alla ripartenza sono passati tutti alla morbida e non avevo più gomme nuove. Non sono riuscito a tenere il passo nella seconda uscita"

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4