10/08/2020

MOTOGP: IL CIRCUS VOLA A BRNO PER LA TERZA TAPPA EUROPEA!

La terza tappa della Moto GP ha portato il circus in Repubblica Ceca, cercando un po'di refrigerio e trovando, invece, quasi lo stesso caldo spagnolo.

I nostri ragazzi ce l'hanno messa tutta, come sempre, anche se il week end è stato ancora una volta in salita per Rins, in ripresa dall'infortunio alla spalla, e per Petrucci, che sta ancora lavorando per rendere competitiva la sua Ducati.

Ancora apprendistato, invece, per Canet, che centra una top ten in Moto2. Lo spagnolo è destinato a crescere, e si vede!

Cosa succede ora, al calendario?

I km da Brno sono pochi, perché il mondiale dei prototipi si trasferisce in Austria per il doppio appuntamento del Red Bull Ring.

A proposito di Paesi vicini... come vanno i vostri viaggi in moto? Taggateci nelle vostre foto... sapete che ci fa piacere.


MOTOGP:

ALEX RINS 4°

"Ho deciso di non correre al Warm-Up mattutino, se non per iniziare le prove libere, per preservare il più possibile la spalla. In gara sentivo ancora dolore ed è stata molto dura, ma ho cercato di ottenere un buona partenza e sono rimasto concentrato sul lavoro. Giro dopo giro ho preso un ritmo più forte, anche se la vita della gomma ha iniziato a calare. Ero determinato a ottenere la miglior posizione possibile, e con questo quarto ho preso molti punti . La mancanza di potenza nel mio corpo ha reso più difficile superare i miei avversari, sono arrivato molto vicino al podio ma non sono riuscito a fare il sorpasso. Comunque sono soddisfatto del risultato e del lavoro svolto."


DANILO PETRUCCI 12°

"Sapevamo che sarebbe stata una domenica complicata, ma non mi aspettavo di essere così lento fin dall’inizio. Purtroppo ho sofferto tantissimo la mancanza di grip, un problema che abbiamo avuto tutto il fine settimana, e ho faticato a tenere un buon ritmo per tutta la gara. Oggi ce l’ho messa tutta senza riuscire a portare a casa un buon risultato, per cui ora dobbiamo solo guardare avanti. Fortunatamente la prossima settimana avremo già un’occasione per riscattarci, visto che saremo di nuovo in pista in Austria."


MOTO2:

ARON CANET 10°

“Sono partito dalla quindicesima posizione e in partenza non ero in grado di recuperare posizioni, quindi sono dovuto rientrare con cautela. Passo dopo passo sono arrivato tra i primi dieci, ma Syahrin è riuscito a superare Schrotter più velocemente di me. Mi ci è voluto di più, perché ci siamo sorpassati e abbiamo perso tempo. Quando sono riuscito a spingere era tardi, le mie gomme avevano già perso prestazioni e non avevo abbastanza ritmo per arrivare al comando. Finiamo in decima posizione, continuiamo ad imparare e piano piano manteniamo la stessa linea.”

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4