08/10/2018

MOTOGP: LA PRIMA VOLTA DEL BURIRAM È TUTTO SPETTACOLO

La MotoGP è atterrata in Thailandia nel circuito del Buriram per la prima volta in assoluto, ed è stato spettacolo.

I riders Nolangroup hanno fornito una prestazione eccellente ma purtroppo anche la Thailandia non è tata fra le esperienze più fortunate.

Positiva ma non troppo fortunata, la prestazione di Alex Rins, e promosso anche Danilo Petrucci, sempre nei 10 al traguardo.

Bene anche Kornfeil, nei 10 in Moto3, dopo una gara positiva ma sfortunata. 

Per quanto riguarda il calendario, mancano 4 gare alla fine. Due sono nel mese di Ottobre...Se il meteo tiene, avete ancora la possibilità di qualche uscita con la vostra moto... mi raccomando, niente scuse... dopo tutto siamo pur sempre bikers!


MOTOGP


ALEX RINS 6°

"Ho spinto molto fin dall'inizio per cercare di ridurre il distacco dal gruppo anteriore e ho perso molto tempo a lottare con gli altri piloti, quindi ho sottolineato molto la gomma perché stavo spingendo forte. Verso la fine della gara sapevo che avevo bisogno di sistemarmi e mi sono reso conto che avrei potuto prendere il 5 ° o il 6 ° posto che non era poi così male. Alla fine ho perso il 5 ° posto ma non è stato terribile e sono abbastanza felice. Le cose stanno andando bene e adesso andiamo in Giappone, che è un posto positivo per me e per la squadra."


DANILO PETRUCCI 9°
"E’ stata una gara abbastanza difficile per me. Purtroppo partire in terza fila mi ha penalizzato soprattutto nei primi giri. Con questa temperatura era importante gestire la gara ma ho dovuto sempre spingere. Alla fine sono riuscito a passare sia Iannone che Jack ma ho perso dei punti su Zarco e Crutchlow. L’obiettivo per il Giappone? La prima cosa è fare una buona qualifica."


MOTO3

JAKUB KORNFEIL 10°

"Alla fine del weekend non possiamo essere davvero felici. 

Il potenziale per un weekend di successo c'è stato sicuramente. In gara oggi ho mostrato una prestazione davvero buona e una capacità di lottare per le posizioni. La mia KTM era perfettamente preparata e tutto andava bene. 

Quando Enea Bastianini è caduto nell'ultima curva con Marco, ero dietro ai due e sono dovuto andare largo. Questo mi ha riportato al 10 ° posto. 

Sono molto triste, ho lottato per tutta la gara per ottenere un buona posizione e poi perso il posto negli ultimi 100 metri. Mi infastidisce, ma dobbiamo guardare avanti e non mollare mai." 

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4