• slider-img1

27/02/2012

Phillip Island, Gp Australia SBK: buona la prima.

Finalmente si ritorna in pista, il Campionato del Mondo Superbike è inziato e, per i nostri colori è iniziato veramente bene. In gara 1, è Marco Melandri (Nolan X-802) a stupire tutti con una brillante rimonta che dal 13° posto dello schieramento lo porta a conquistare il secondo posto (miglior risultato di sempre per BMW). peccato per Carlos Checa (X-lite X-802) che, con una spettacolare caduta mentre si trovava al comando, ha dovuto abbandonare le velleità di aprire il Campionato con una vittoria.
Ottimo 6° posto per Michel Fabrizio (X-lite X-802), e 14° David Salom (X-lite X-802).
In gara 2, Carlos stavolta non sbaglia e riscatta l'errore di gara 1 vincendo per la 21° volta grazie a un passo di gara eccezionale. Sesto Marco Melandri mentre Fabrizio registra una caduta senza conseguenze.
La classifica vede Melandri al secondo posto e Checa al quarto. Prossimo appuntamento a Imola il primo Aprile.

Carlos Checa:
“In gara uno ho fatto la più brutta caduta da quando corro con la Ducati. Ero sotto pressione ed ho cercato di forzare un poco troppo. E´ difficilissimo trovare il limite esatto della moto, della pista e anche di me stesso. Oggi ho superato quel limite e sono caduto. Però la squadra ha fatto un lavoro fantastico ed ha preparato una moto che mi ha consentito di vincere gara due. Nella seconda manche, sono partito forte e quando ho visto che Max era uscito di pista ho spinto al massimo per andare in testa e vincere la gara. Biaggi ha recuperato moltissimo, ma io sono riuscito a mantenere un buon ritmo ed ho portato a casa una vittoria molto importante per me e per la squadra”

Marco Melandri:
“Non me l’aspettavo. Quello di Gara 1 è stato un risultato per certi versi insperato. Abbiamo incontrato più problemi del previsto nei test e nei turni di prove pre-gara, ma con la squadra siamo stati in grado di trovare una soluzione. In griglia di partenza non sapevo cosa aspettarmi visto che in questi mesi non abbiamo mai potuto verificare appieno il potenziale della moto sulla distanza di gara: tutto è andato per il meglio, ho mantenuto un buon ritmo che mi ha consentito di ritrovarmi dopo pochi giri nel gruppo di testa. Non è mai facile passare qui a Phillip Island, pertanto ho aspettato il momento giusto prima di sferrare l’attacco a Sykes e Guintoli. Negli ultimi giri ho amministrato la seconda posizione portando a casa 20 punti importanti, a maggior ragione se è il miglior risultato di sempre in Superbike per la BMW. Come esordio stagionale non potevo aspettarmi di meglio. In gara 2 invece, con le temperature più elevate abbiamo faticato. Adesso con la squadra cercheremo di capire il perchè con l’obiettivo di sfruttare meglio la moto e le gomme con queste condizioni climatiche“

Michel Fabrizio:
"Con l'eccezione della partenza, sono molto contento di gara uno. Invece in gara due dopo non nion essere partito ancora bene ho perso l'anteriore alla curva quattro. Sinceramente non so cosa abbia causato la caduta. Ho fatto un linea leggermente diversa dal solito, ma la velocità era la stessa. E 'un peccato, perché mi sentivo a mio agio in sella alla moto come mai prima. queste sono le corse. Ci riproviamo a Imola. "

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4