02/10/2017

SUPERBIKE, MAGNY COURS: IL TITOLO E' ASSEGNATO MA ARRIVANO ANCORA PODI E VITTORIE PER I PILOTI NOLAN

In Francia, a Magny Cours, con un week end ormai tradizionalmente bagnato dalla pioggia, è stato assegnato in anticipo il titolo Superbike 2017. Nolan Group si complimenta con il neo campione del mondo Jonathan Rea ma festeggia anche vittorie e podi per i suoi ragazzi. Ottime prestazioni di Chaz Davies e Marco Melandri, ma brillanti piazzamenti sono arrivati anche da parte di Leon Camier, Xavi Fores, Leandro Mercado, in Superbike, Federico Caricasulo in Supersport e Mike Jones in Superstock 1000, solo per citare alcuni dei piazzamenti.

Il prossimo appuntamento? Jerez... dove si spera sarà ancora estate. Farete ancora il tifo per... "noi"?


SUPERBIKE


MARCO MELANDRI GARA1 2°

"È stata una gara fantastica. All’inizio le condizioni erano molto difficili, il grip era bassissimo. Con il passare dei giri ho preso fiducia ed ho iniziato a spingere sempre più forte. Quando ho visto che Sykes era leggermente in difficoltà, ho capito che potevo spingere ancora di più perché non eravamo in crisi con le gomme e nessuno sarebbe rientrato a cambiarle. Abbiamo fatto una battaglia spettacolare negli ultimi due giri, ho dato tutto per recuperare ed onestamente non avremmo potuto fare di più oggi. Spero in una gara asciutta domani perché comunque qui è facilissimo commettere errori. Non abbiamo girato tanto sull’asciutto questo weekend, ma saremmo tutti nella stessa barca e noi siamo pronti a giocarcela."


LEON CAMIER GARA1 4°

"Sono sicuramente molto contento di questo risultato, eppure non nascondo che sono anche un po’ deluso dall’aver mancato il podio. La moto in gara andava bene ma quel che dobbiamo fare adesso è continuare il lavoro sul setting per avere un mezzo ancor più veloce. A livello tecnico, sappiamo esattamente dove c’è bisogno di intervenire, dobbiamo solo capire in che modo. Spero che domani potremo fare ulteriori passi in avanti con il setting e continuare a lottare per il podio."


LEANDRO MERCADO GARA1 7°

"Questa mattina sul bagnato mi sono trovato molto bene, avevo un buon feeling con la moto. Nella Superpole 1 ho fatto un buon giro, entrando così in Superpole2. Nella seconda sessione di qualifiche c’era molta più acqua, la pista aveva poco grip ed era veramente difficile guidare. Mi sentivo bene e nell’ultimo giro ho provato a spingere al massimo e ho conquistato la seconda posizione sulla griglia di partenza. In gara mi aspettavo di più, non sono riuscito ad attaccare come volevo ma un settimo posto come posizione non è male."


CHAZ DAVIES GARA1 10°

"Eravamo partiti bene e la moto era competitiva ad inizio gara, ma dopo tre giri abbiamo avuto un problema ed è diventato molto difficile controllarla. Il posteriore ha iniziato a bloccarsi, e derapava molto in accelerazione. A quel punto potevamo solo fare del nostro meglio per arrivare fino al traguardo, quindi naturalmente siamo un po’ delusi. Ieri, sull’asciutto, avevamo fatto progressi costanti. Il nostro passo non era il migliore ma eravamo comunque competitivi. Speriamo di trovare pista asciutta già dal WUP, perché ci resta una modifica di assetto da verificare. Sono abbastanza fiducioso riguardo alla direzione che avevamo imboccato ieri, quindi contiamo di rifarci con un bel risultato in Gara 2."


CHAZ DAVIES GARA2 1°

"Dopo l’amarezza di ieri, oggi è stata una giornata dolce. Questa vittoria è il modo migliore di mettersi alle spalle due gare difficili. Oggi ero davvero molto motivato, e credo fosse evidente già nei primi giri, quando ho fatto tanti sorpassi risalendo in fretta fino alla vetta dall’undicesima posizione. Non è stata una gara facile però. La pioggia è caduta a sprazzi dall’inizio alla fine, ed era difficile capire dove potessero esserci chiazze bagnate. Bisognava spingere forte, non troppo ma abbastanza per controllare il gap, e ci siamo riusciti. Non vedo l’ora di correre le ultime due gare, la caccia al secondo posto in campionato è ancora aperta e possiamo essere competitivi sia a Jerez che in Qatar."


XAVI FORES GARA2 4°

"da metà gara in poi non non riuscivo più a fare le scalate in modo efficace, non entravano le marce e ho fatto diversi "lunghi". Mi stavo avvicinando ai de piloti della Yamaha, ma questo problema al cambio mi ha impedito di continuare a spingere come avrei potuto fare. Dopo la sfortuna di ieri, però, questo quarto posto è più che soddisfacente."


MARCO MELANDRI GARA2 5°

"Il weekend tutto sommato è stato positivo. Le condizioni non erano facili ed abbiamo portato a casa punti, ma finire con il risultato peggiore lascia sempre un po’ di amaro in bocca. Le condizioni di oggi avrebbero potuto creare un’occasione da sfruttare, ma non siamo stati fortunati nel WUP, quando un problema tecnico ci ha impedito di girare. Cambiando moto, pur mantenendo il setup invariato, le sensazioni non erano le stesse. In gara ho faticato con il grip fin da subito, soprattutto in uscita dalle curve lente, perdendo il ‘treno’ buono. Ora andiamo a Jerez, una pista che mi piace molto, e l’obiettivo resta quello di tornare sul gradino più alto del podio."


LEANDRO MERCADO GARA2 6°

"Sono soddisfatto della gara di oggi, credo che abbiamo compiuto un altro bel passo in avanti. Avevo un buon feeling con la moto, ho fatto una bella partenza. E’ stata una gara molto combattiva; in particolare nei primi giri ci siamo toccati qualche volta, ma purtroppo quando Laverty è caduto davanti a me ho perso tempo e sono andato fuori pista e ho anche perso il trenino che mi precedeva. Poi ho spinto tantissimo, ho fatto una bella lotta con Sykes e anche con Melandri, insomma tutto bene. Sono soddisfatto del risultato.

Colgo l’occasione per ringraziare la squadra per l’ottimo lavoro svolto durante il fine settimana, credo che insieme abbiamo lavorato bene sia sull’asciutto che sul bagnato."


SUPERSPORT

"Sono felice! Ho spinto molto per tutta la gara, probabilmente un po 'troppo durante la seconda metà, perché ho commesso un errore mentre combattevo per il vantaggio con Niki Tuuli e poi non ho avuto le gomme. E'sempre meglio vincere ma sono felice perché ho trovato una buona sensazione con la mia R6 e con la mia squadra e sono molto contento di questo. Oggi ho potuto combattere per la vittoria e credo che possiamo fare lo stesso nelle ultime due gare perché ora ho tutto quello che mi serve. Abbiamo fatto un piccolo cambiamento nella mia squadra e con il nostro modo di lavorare, quindi sono più sicuro. Penso che le prossime due gare saranno più semplici per questo motivo e non vedo l'ora che arrivi Jerez!"


SUPERSTOCK 1000

MIKE JONES 6°

"Siamo partiti bene dalla prima fila, portandoci al comando. Volevo gestire le gomme, restando sempre nel gruppo di vertice, ma poco prima di metà gara ho iniziato a soffrire con il grip al posteriore e ho dovuto rallentare il passo. Comunque il sesto posto è positivo se messo in prospettiva: non avevo mai girato a Magny Cours, e ci confrontiamo sempre con piloti competitivi. Ora andiamo a Jerez, una pista che mi piace e conosco meglio. Abbiamo imparato molto qui e lo porteremo con noi in Spagna. Sono fiducioso che riusciremo a chiudere l’anno con il nostro risultato migliore."


MICHAEL RUBEN RINALDI 10°

"Purtroppo abbiamo vissuto un altro weekend difficile. È frustrante non riuscire ad esprimersi al meglio, ma non siamo ancora riusciti a ritrovare il miglior feeling con la moto nonostante il duro lavoro svolto. Guardando il lato positivo, arriveremo comunque a Jerez con otto punti di vantaggio. Dovremo guadagnarci il titolo sul campo, ma lo stesso vale per i nostri avversari. Ce l’ho messa tutta da inizio stagione e continuerò a farlo fino alla fine."

  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4