15/10/2018

SUPERBIKE: DEBUTTO IN ARGENTINA PER I PILOTI NOLANGROUP

Archiviato il campionato Superstock 1000 con la vittoria del nostro Reiterberger, la Superbike ha debuttato in Argentina sulla nuovissima pista di El Villicum, a San Juan, non lontano dai confini con il Cile.

Uno scatenato Marco Melandri ha caratterizzato tutto il week end di gara. Per lui, una superpole e due gare che lo hanno visto salire sul podio.

Qualche imprevisto per Chaz Davies, infortunato e sfortunato, così come qualche fastidio di troppo per il resto della pattuglia Nolangroup, soprattutto in Supersprt, dove il nostro Caricasulo è incappato in un brutto stop.

Il prossimo round sarà l'ultimo. L'appuntamento del Qatar chiuderà un campionato che è stato già deciso in Francia, ma che ha ancora molto da offrire ai nostri piloti... Seguiteci fino all'ultimo giro!


SUPERBIKE


MARCO MELANDRI GARA1 2°

"La gara di oggi non è stata per nulla facile. C'era molto vento e dopo metà gara ha iniziato a piovigginare, quindi abbiamo dovuto prestare molta attenzione. Comunque abbiamo dimostrato di avere un bel passo. Abbiamo sofferto un po' con l'anteriore nei primi giri, poi abbiamo preso un bel ritmo ma Rea era già troppo lontano per tentare una rimonta senza prendere rischi eccessivi. Quando la pista ha iniziato a diventare ancora più scivolosa a causa della pioggia, ho deciso di non forzare, mantenendo la posizione. Il secondo posto era il miglior risultato possibile per noi oggi, ma proveremo a fare di meglio domani. Speriamo di partire bene dalla terza fila, non vedo l'ora di riprovarci".


LEON CAMIER GARA1 10°

"E 'stata una gara piuttosto dura, ho avuto un po' di battaglia con van der Mark e mi ha passato accanto rimanendo accanto a me, così non sono riuscito a girare per raggiungere l'apice e non avevo un posto dove andare visto che ero sul parte sporca della pista, ho perso molto tempo ma poi sono tornato e ho preso il ritmo, abbiamo fatto i nostri migliori giri proprio alla fine della gara, è un po 'strano quindi dobbiamo continuare a lavorare per capire perché è La moto si sentiva più o meno come i ragazzi intorno a me, in alcuni punti ero più forte e in alcuni punti più debole, ho fatto un paio di piccoli errori negli ultimi giri cercando di tenere a bada Baz e poi si è avvicinato abbastanza Mi ha dato un passaporto, un gioco leale con lui, l'ha fatto bastonare ed è stata una buona mossa.  Ancora molto lavoro da fare."


MARCO MELANDRI GARA2 3°

"Anche oggi abbiamo fatto una bella gara, anche se sono un po' deluso perché stavo rimontando bene dalla terza fila e dopo pochi giri ero già quarto, ma ho commesso un piccolo errore e sono finito largo alla curva 6, rientrando in nona posizione. Dopo ho fatto diversi sorpassi per ritornare in lotta per il podio e, a cinque giri dal termine, ho visto Forés davanti a me ed ho provato a spingere ancora più forte per raggiungerlo, ma lui non ha commesso errori e non è stato possibile chiudere il gap. Il terzo posto era il miglior risultato possibile oggi, ma speriamo di fare ancora meglio in Qatar. Insieme alla squadra stiamo lavorando molto bene, quindi sono fiducioso in vista dell'ultimo round."


CHAZ DAVIES GARA2 4°

"È stato un weekend un po' travagliato, quindi il quarto posto di oggi può essere considerato positivo. Abbiamo portato a casa punti importanti nella lotta per il secondo posto in campionato, aumentando il nostro vantaggio. Detto ciò, non è stato un round facile. Un paio di problemi tecnici ci hanno fatto partire indietro e ci hanno messo nella posizione di prenderci qualche rischio di troppo. Oggi abbiamo rimontato abbastanza in fretta ed abbiamo lottato per salire sul podio. Sul finale sentivo di avere ancora un po' di margine ma ho preferito non prendere troppi rischi dopo quanto è successo ieri. Abbiamo un potenziale più alto di quello mostrato qui, e non vedo l'ora di andare in Qatar per metterlo a frutto."



  • logo1
  • logo2
  • logo3
  • logo4